Steve Jobs non ha bisogno di vasellina

Apple ed EMI si accordano per fornire musica priva di DRM.
Ciò significa che una volta che avrete acquistato un brano della EMI su iTunes, potrete fare con esso quello che vorrete.
Bene.
Se approfondiamo la notizia si capisce però che chi avrà la peggio saranno ancora gli utenti.
I brani acquistati su iTunes costano 0,99 € ciascuno ed hanno 192 kbps di bitrate.
I brani senza DRM verranno venduti a 1,29 €, quindi al 30 % in più anche se pare che avranno un bitrate doppio, quindi maggiore qualità.
Indovina un po’ chi ci guadagna?
Il magico Steve.

Personalmente provo sempre più antipatia nei confronti di Steve Jobs, il fondatore e CEO di Apple.
Non per quello che fa, che a volte è geniale, a volte un po’ meno.
Non per i fantastiliardi che ha accumulato in vita sua.

Steve Jobs mi è antipatico perché fa i suoi interessi facendo credere di fare quelli dei suoi affezionati clienti.

E’ il caso della notizia di oggi.
Apple ed EMI si accordano per fornire musica priva di DRM.
Ciò significa che una volta che avrete acquistato un brano della EMI su iTunes, potrete fare con esso quello che vorrete.
Bene.
Se approfondiamo la notizia si capisce però che chi avrà la peggio saranno ancora gli utenti.
I brani acquistati su iTunes costano 0,99 € ciascuno ed hanno 192 kbps di bitrate.
I brani senza DRM verranno venduti a 1,29 €, quindi al 30 % in più anche se pare che avranno un bitrate doppio, quindi maggiore qualità.

Indovina un po’ chi ci guadagna?
Il magico Steve.

Il bello è che nei prossimi giorni tutti i mac-maniaci si perderanno nel dichiarare amore e stima al loro Steve, che ancora una volta ha salvato il mondo.

Steve Jobs è talmente furbo e viscido che non ha nemmeno bisogno di usare al vasellina per…
Si, insomma. Avete capito.

Luca

6 thoughts on “Steve Jobs non ha bisogno di vasellina”

  1. Il bello è che mentre Steve Jobs reinventa continuamente la ruota per i suoi fedeli seguaci, io scarico musica legalmente e senza DRM da anni, spendo meno che su iTunes e posso anche scegliere il bitrate 😉

  2. So che è stato preso di mira molto spesso per questioni legali ed è stato anche bannato dalla Visa per i pagamenti online. Pero’ resta il fatto che il sito è ancora attivo e come si legge su Wikipedia

    AllOfMP3.com makes no claims as to its legality outside of Russia, however it is accessible to visitors in all countries.

    Se n’e’ parlato anche su digg, e’ comunque sempre meglio dello scaricamento pirata…secondo me

  3. Purtroppo, allo stato attuale, tra lo scaricare mp3 dal mulo e comprarli su AllOfMp3 non c’è molta differenza dal punto di vista della violazione del copyright.

  4. in effetti pare che siano riusciti a bloccare ogni metodo di pagamento dall’estero. magari troveranno altri metodi, intando penso che queste mosse vadano davvero a beneficio di Jobs…

Comments are closed.