Ha chiuso primadipartire

Ha chiuso i battenti il blog primadipartire.
Purtroppo qualche imbecille si era impadronito del dominio e ci si era divertito in modo miserabile.
Era il blog di Luca K., vero nome Ciro Milani.

primadipartire

Ha chiuso i battenti il blog primadipartire.
Purtroppo qualche imbecille si era impadronito del dominio e ci si era divertito in modo miserabile.

Era il blog di Luca K., vero nome Ciro Milani.
La storia di Ciro mi turbò profondamente.

Ciro decise di uccidersi ed affidò al suo blog gli ultimi tre mesi della sua vita.
Nessuno riuscì a fermarlo, perché Ciro era un geek e sapeva come non farsi trovare.
La lettura dei suoi post era uno spaccato devastante sulla solitudine, quella vera.
A me primadipartire sembrava una testimonianza importante.

Chi gestiva il blog, a cui Ciro aveva lo aveva affidato in uno dei suoi ultimi post, ha deciso di porre fine a quella testimonianza.
Mi dispiace.
Credo fosse l’ultima cosa che Ciro volesse.

Luca

38 thoughts on “Ha chiuso primadipartire”

  1. Ciao Luca,
    sono “spiritofectasy”, non so se ti ricordi di me… abbiamo spesso incrociato i nostri commenti sul blog di Walter.
    Sono approdato a “primadipartire” grazie ai link presenti sul tuo blog e, ogni tanto, me lo rileggevo.
    Mi spiace che il blog sia stato cancellato, era una testimonianza forte, uno spaccato di vita (la morte, forse, è la massima espressione della vita).
    Spero che il tuo progetto possa andare in porto.
    A presto

    Michele

  2. Il blog di Ciro ha turbato anche me. Profondamente.
    Ciro è riuscito ad aprirsi a 360° e ha mostrato una determinazione fuori dal comune, consapevole di aver fatto una scelta dolorosa (per gli altri) ma assolutamente necessaria (per sè).
    Leggere mi è servito a capire il perchè di un gesto inspiegabile ai più. E a giustificarlo.
    Sono sicuro che Ciro vorrebbe ancora il suo blog, tuttavia credo che per ogni persona che si ferma a riflettere pure turbandosi, ce ne possa essere un’altra che potrebbe trovare in quel blog il coraggio per un gesto, che magari non avrebbe compiuto. E questo non deve essere permesso.
    Penso che sia giusto che quel blog riposi in pace insieme al suo fondatore.

  3. Antonio, non concordo con te.
    La scelta di Ciro non era “assolutamente necessaria” e non la giustifico.
    Come non credo che nessuno decida di suicidarsi dopo aver letto il suo blog.
    Credo che chi ha chiuso primadipartire ne sappia però molto più di noi e la loro scelta debba essere rispettata, questa si.

  4. Certamente nessuno decide di suicidarsi solo leggendo un blog, ma chi ne ha già il proposito pur non avendone il coraggio, chi magari in preda ad una forte depressione è particolarmente sensibile agli stimoli esterni… beh non sono un psicologo, ma sono sicuro che potrebbe essere influenzato. L’entità di questa influenza varia da persona a persona, ma io non rischierei.
    Complimenti per il blog… è veramente ben fatto!

  5. volevo dire “uno psicologo” 🙂
    p.s. ma perchè rileggo quello che scrivo sempre dopo che l’ho ha già inviato? boh!

  6. Mah… Io penso che un blog non possa in nessun caso convincere qualcuno a suicidarsi.
    Quelli che sul blog di Ciro facevano grandi propositi di farla finita sono tutti vivi e vegeti.
    Grazie per il tuo apprezzamento.

  7. Sono semplicemente schifato. Quale razza di MERDA ha potuto osare compiere quello scempio sul blog di ciro. Persone cosi’ non dovrebbero avere diritto all’aria che respirano, veramente. “Cyrus”…

  8. @schifato: non esageriamo con gli anatemi…
    Il Cyrus che hai trovato non capisco perché dovrebbe essere quello che ha fatto finta di essere Luca K.
    Sai quanti Cyrus trovi in rete…

  9. No certamente, ho linkato quel profilo in un attimo di foga.

    Ad ogni modo non e’ possibile “esagerare con gli anatemi” con il VERME che e’ andato a SPORCARE quelle che sono, tutto sommato, memorie di una persona che ha sofferto (per quanto lui amasse definirsi egocentrico sono sicuro che volesse mostrare la sua situazione al popolo di internet, anche per avere un riscontro o qualcosa del genere). Cose come queste fanno riflettere sullo schifo che c’e’ nel mondo e voglio sperare che sia il solito “hacker” quindicenne con tanto tempo libero e poco sale in zucca. Sara’ che ho seguito la vicenda di Ciro da subito dopo l’avvenuta del suo suicidio, ho letto il suo blog diverse volte e, in qualche modo, mi sono sentito un po’ affine a lui (e mi sarebbe piaciuto poterci parlare… se solo avessi saputo prima). Per tutti questi motivi ho trovato una cosa del genere non tollerabile, cosi’ come non trovavo tollerabili i commenti dei cretini che, a suicidio avvenuto, lo sfottevano e denigravano scrivendo delle cose a dir poco aberranti. Sono incappato su questo sito per caso, cercando lumi sulla disabilitazione del blog… pensavo fosse semplicemente scaduto il dominio e invece guarda te…

    Direi che ho scritto abbastanza, saluti a tutti.

  10. ma secondo voi avrebbe senso riaprire il blog? Sono una persona abbastanza vicina alla famiglia da riuscire a convincerla a ri-pubblicare il tutto, ma secondo voi avrebbe davvero senso? Sapevo che il blog aveva suscitato un certo interesse, ma non pensavo ne suscitasse ancora dopo tutto questo tempo.

  11. Mi piacerebbe rivedere on-line il blog, purtroppo l’ho scoperto solo poche settimane prima che venisse sospeso.
    Comunque anche a distanza di tempo rimane una testimonianza incredibilmente toccante.

  12. Quel blog andrebbe sicuramente riaperto. A me è capitato di sfogarmi leggendolo, mi ha aiutato a scaricare la negatività che mi porto dentro. E’ una testimonianza toccante, in grado di commuovere e far riflettere..

  13. Sul fatto che leggere un blog che parli di suicidio possa influenzare qualche “indeciso” potete star tranquilli, ci sono fior di studi che dicono che non bisogna aver paura a tirar fuori l’argomento con potenziali suicidi perché non è certo sentendone parlare che decideranno se farlo o meno. Anzi, parlandone *forse* si possono convincere a desistere.

    Per il resto, io lo riaprirei. Sarebbe anche una bella lezione per i tutti i deficienti che sottovalutano le intenzioni suicide più o meno manifeste degli altri, spesso e volentieri deridendoli addirittura.

  14. ..ho scoperto quel blog circa 6 mesi fa..tristezza incredibile,ma un coraggio,una freddezza,una lucidità tale da dare forza..paradossalmente..periodicamente come una calamita quel blog mi attirava a sè e tornavo fra le sue memorie..non so se sarebbe una cosa buona la sua riapertura..sosolo ke oggi ci ero tornata xkè un mio amico si è tolto la vita pochi giorni fa..e forse cercavo in ciro una spiegazione..ma ce l’ho già..nulla giustifica il suicidio..ma infondo è vero ke qui è tt uno schifo..e quando si è soli,non si ha più motivo d stare qui..purtroppo..sn distrutta dal dolore..nn troverò in quel blog il conforto ke speravo..nn so cosa sia successo ma mi è sembrato d capire sia stato kiuso,xkè manomesso..io spero in una riapertura..se qualcuno avesse dei suoi scritti..frances

  15. Ieri un pò per caso mi sono trovato a passare sul ponte di Paderno e il pensiero è andato a Ciro. Riaprite il blog per favore!

  16. …deve tornare in rete
    io lo ho letto dopo e
    sono convinta che trovarlo disponibile alla lettura
    dopo la scomparsa dell’autore
    facesse riflettere.

    non credo assolutamente che possa avere stimoli negativi
    al contrario

    io ricordo di essere tornata spesso a rileggerne alcuni passaggi
    e anche ora
    son capitata qui perchè cercavo il blog primadipartire

    e sapere che non è più online mi ha rattristato.

    grazie e ciao

  17. @scaravento: evidentemente la famiglia e gli amici di Ciro hanno preferito chiudere il blog.
    Anche secondo me era una testimonianza importante.

  18. Leggere il blog di Ciro mi ha fatto piangere. Forse, sono un po’ come lui: pigro, leggermente asociale, e anche un po’ “geek”. Ammiro la sua lucidità, la sua consapevolezza e sicurezza nel voler compiere quell’estremo gesto, ma al contempo mi rattristo perchè avrei voluto conoscerlo, dialogare con lui, diventare uno degli amici che non ha mai avuto… forse perchè credo di assomigliare a lui…
    Avrei voluto fargli cambiare idea… invece ora non c’è più. Una persona così intelligente, spiritosa, corretta, sicura di sè (forse fin troppo)… vorrei che fosse tutto uno scherzo. Vorrei che quel corpo non fosse mai stato ritrovato, vorrei aver scoperto il suo nome prima che lui lo annunciasse, vorrei avergli bussato alla porta di casa e dato un abbraccio dei più sinceri che si possano dare, benchè non l’avessi mai visto prima. Leggere il suo blog me lo ha fatto materializzare davanti; lui, persona eccezionale, che aveva bisogno di compagnia, di sicurezza, di qualcuno che gli desse la forza di andare avanti…
    Raramente mi emoziono leggendo un blog, ma il blog di Ciro mi ha fatto pensare… e ora, nel 2007, mi pento di non aver visto quel blog prima, nel 2005, avrei voluto fare qualcosa. Lo so, chiedo troppo.

  19. L’internet Archive tiene una copia di ogni singola pagina web dal 1996. Se volete consultare il blog di Ciro nella forma originale, andate su http://www.archive.org, digitate l’indirizzo nella “wayback machine” e scegliete una data in cui il suo blog era ancora attivo. Potete anche consultare il suo vecchio blog, di cui fornisce l’indirizzo in un post.

    Alessandro

  20. @Alessandro: la storia di Ciro fu uno shock per tutti. Il suo blog è secondo me uno spaccato terribilmente realistico sulla solitudine di un ragazzo normale.

  21. Bè Luca trovato il blog??? Io vorrei tanto rileggerlo, o conserverne una copia. Per favore, dammi una risposta qui sui commenti…

  22. Ciao,

    sono TheSwon. Per caso, oggi, trovo questo blog e torno con la memoria a due anni fa. Ricordo tutto come fosse ieri. Con Ciro ci ho litigato ma rimpiango di non avergli creduto se non alla fine. Fra è ancora vivo a quanto pare, Jessynix è negli USA e si doveva sposare entro la fine di quest’anno, mentre Bianca scrive ancora nel suo blog pieno di persone e di solitudine. Per quanto riguarda me…beh, lasciamo stare.

    Ciao Ciro.

    Un abbraccio.

  23. @TheSwon: ricordo di aver letto (in modo postumo) la tua discussione con Luca K. (Ciro).
    Ho seguito il tuo blog. Ricordo di averlo anche segnalato al tuo provider per dei contenuti piuttosto “inquietanti”.
    Comunque, mi dispiace per quello che ti è successo.
    Stammi bene.

  24. Ciao,

    veramente a me non è arrivato nulla. Quali erano qeusti contenuti inquietanti? Ho scritto molte cose figlie di periodi particolari della mia vita…

  25. Così hanno deciso di chiudere il blog di Ciro Milano… scelta certo rispettabile se presa dai suoi genitori; ma secondo me è un vero peccato. Quel blog era, in qualche modo, l’eredità di Ciro, quello che lui aveva deciso di lasciare al mondo. Una testimonianza sincera, umana, toccante, di una persona sola, forse troppo lucida e consapevole. Credo che Ciro ne andasse orgoglioso:’questo blog rimarrà’, diceva in uno dei suoi commenti. Invece adesso non rimane più nulla, non rimane più nulla per poterlo ricordare. Penso che, lungi dall’istigare al suicidio, quel blog fosse un ottimo modo per esorcizzare il pensiero del suicidio e il pensiero della morte.

  26. novità riguardo il progetto di ripubblicazione dei post di primadipartire.weblog.us ?

  27. ho deciso di scrivere una tesi su questi casi di vita legata ad internet…spero tanto nella riapertura (senza possibilita di commenti)del blog, o che qualcuno ci parli di lui, di ciro,non solo per motivi di studio, ma perche così lui continuerebbe a vivere, e non di quel “così così”che gli faceva paura, ma un vivere con “tutti”.

  28. spero riapra il blog, non c’è niente di negativo nel raccontare i propri sentimenti, la morte, che non è cosi terribile come ce la disegnano.

  29. Ciao Luca. Credo che tu abbia fatto molto bene a salvare una copia del blog “Primadipartire”. Purtroppo non l’ho mai letto, pur avendone sentito parlare. Pensi di potermelo spedire via mail?
    Grazie

Comments are closed.