Abbiamo lasciato l'Iraq

Iraq
Lo sapevate? L’Italia ha lasciato l’Iraq.
Un convoglio lungo circa 10 Km ha già raggiunto il Kuwait.
In Iraq sono restati soltanto 60-70 soldati che dovranno consegnare la caserma di Nassirya alla polizia irachena.

La notizia doveva essere pubblicata a nove colonne sui quotidiani e annunciata in pompa magna nei telegiornali.
Quei geni che si occupano della comunicazione del governo hanno invece pensato di farlo annunciare a Prodi in un’intervista andata ieri in onda su Tele Lombardia.
Per fortuna che ieri sera quei draghi di Caterpillar hanno intervistato il giornalista che ha intervistato Prodi, sennò chi lo avrebbe saputo…

Il governo è stato per mesi sulla graticola a farsi massacrare sulla finanziaria e, quando riesce a concludere qualcosa che rende felice il suo elettorato… non lo dice.
La cosa certa è che questo governo non può essere accusato di populismo.
Consoliamoci così.

Luca

Foto Darko Bandic/Associated Press

7 thoughts on “Abbiamo lasciato l'Iraq”

  1. I soldati italiani dovevano ritirarsi molto prima. Diliberto aveva parlato di un ritiro durante l’estate e non c’è stato nulla. La CDL aveva avviato le trattative per un ritiro graduale per la fine dell’anno. Il risultato? La sinistra che scendeva nelle piazze contro la guerra in Iraq per me è riamsta delusa perchè alla fine abbiamo seguito il calendario della CDL e non quello dei pacifisti.

  2. I pacifisti vorrebbero la pace. Meglio prima che dopo, questo è ovvio, ma il vero errore è stato quello di andare in Iraq.
    Essere rientrati un mese prima o dopo non cambia la sostanza.
    La responsabilità di questa missione ricade tutta sulle spalle del governo Berlusconi.
    Non troviamo alibi…

  3. Gentile autore,
    ti comunichiamo che il tuo post, visibile all’indirizzo http://liberoblog.libero.it/politica/bl5519.phtml, ritenuto particolarmente valido dalla nostra redazione, è stato segnalato all’interno di LiberoBlog, il nuovo aggregatore blog di libero.it

    Pensiamo che questo ti possa dare maggiore visibilità sul web e presumibilmente maggiore traffico sul tuo blog, in quanto Libero.it è visitato quotidianamente da milioni di persone.

    Nel caso tu fossi contrario a questa iniziativa, il cui fine è quello di segnalare ai nostri lettori i contenuti più validi rintracciati nella blogosfera, ti preghiamo di segnalarcelo via e-mail chiedendo la rimozione del tuo post dal servizio. Procederemo immediatamente.

    Per saperne di più di LiberoBlog e sulla sua policy

    http://liberoblog.libero.it/disclaimer.php

    Per suggerimenti e critiche, non esitare a contattarci a questo indirizzo e-mail: blog.n2k@libero.it

    Ringraziandoti per l’attenzione, ti porgiamo i nostri più cordiali saluti

    LiberoBlog Staff

Comments are closed.