Pace fatta in Uganda

Il 26 Agosto a Juba è stato firmato un accordo bilaterale per la cessazione delle ostilità tra il governo ugandese ed il Lord Resistence Army, l’esercito ribelle che si prefiggeva l’obiettivo di instaurare un regime basato sui 10 comandamenti. Il LRA è tristemente famoso per le atrocità commesse contro la popolazione civile e per il reclutamento forzato dei bambini soldato.

La guerra, durata 20 anni, ha causato almeno 100.000 vittime e quasi due milioni di rifugiati.
L’accordo non prevede soltanto una tregua, ma una vera e propria cessazione delle ostilità.
La mediazione tra il governo ugandese ed il LRA è stata portata avanti da quei grandiosi della Comunità di Sant’Egidio.

Non ho visto una sola riga nei giornali italiani. Solo qualche trafiletto nelle edizioni on-line.
Sono troppo occupati a festeggiare la partenza dei nostri soldati per il Libano o a descrivere minuziosamente i vari episodi di cronaca nera che avvengono nelle nostre città.

La guerra fa più notizia della pace. Soprattutta se la pace viene raggiunta senza l’uso della forza.

Luca

Approfondimenti su Nigrizia e su Toscana Oggi.