Chi non salta ciellino è

Ditemi voi che cosa hanno in comune CL e Berlusconi.
Anzi ve lo dico io.
Niente.
O almeno non dovrebbero averlo.

Oggi il nano di Arcore si è presentato al Meeting di Rimini, annuale ritrovo dei ciellini, ed ha inscenato il suo solito show.
Tutte le cazzate che aveva in carniere le ha tirate fuori, così, con semplicità.
Tra gli applausi della platea composta da vecchi rinchiusi in corpi di ragazzi.
Difficile vedere in Silvio qualche comportamento che possa soltanto far pensare al cristianesimo.
Quindi i ragazzi (?) di CL dovrebbero avere un atteggiamento abbastanza critico nei confronti del nostro ex-presidente del consiglio.
Sembra, invece, che il suo intervento sia stato un trionfo.

Non mi piace fare da eco di risonanza, ma vorrei far notare la seguente esternazione del berlusca:

[…] per diventare cittadini italiani devono dimostrare di conoscere la nostra lingua, la storia, la geografia e i fondamenti dello Stato, come la Costituzione.

Temo che metà dei cittadini italiani non possegga questi requisiti. Berlusca compreso.
Quando si dice la demagogia
Pensavo che i ciellini fossero un po’ più intelligenti.
Forse mi sbagliavo…

Luca

2 thoughts on “Chi non salta ciellino è”

Comments are closed.