Italia si, Italia no

Stasera inizia l’avventura mondiale della nazionale italiana.

Lo schifo suscitato dallo scandalo delle intercettazioni telefoniche di Moggi e dei suoi compagni di merende mi porta ad affrontare la partita di stasera con scarsissimo entusiamo.

Beppe Grillo tiferà per il Ghana.
Io non tiferò per il Ghana, ma mi sentirei sollevato nel veder uscire l’Italia dai mondiali.
Questa Federazione, questo allenatore e questi giocatori non meritano di rappresentare il nostro paese.
Pensa te se vincessimo il mondiale… Ci sarebbe una bella amnistia per tutti.
No, questo proprio non lo voglio.

Un’alternativa ci sarebbe stata.
Spedire ai mondiali una nazionale composta dalle rappresentative giovanili, allenata da Dino Zoff.
Sai che spettacolo!
Magari sarebbero usciti al primo turno, ma avrebbero avuto l’affetto di tutti gli italiani.

Invece siamo qui a sperare che Cannavaro faccia 6 autogol, senza però riuscire a dirlo.
E poi se facciamo goal, magari ci scappa anche di esultare senza accorgercene…

La nostra classe dirigente fa schifo.
Ci ha tolto anche il piacere di tifare per la nazionale.

E allora forza Gha…

Luca

3 thoughts on “Italia si, Italia no”

  1. Di calcio ne capisco meno di una cippa. Comunque, il carosello d’auto ieri sera quì al mio paesello, di scalmanati esultanti per il risultato contro i ghanesi non l’ho proprio capito. Mi chiedo cosa ci fosse di cui esultare: una vittoria “a folle”…

  2. L’italiano per sua natura si accontenta di poco.
    La vittoria contro una delle squadre più scarse del mondiale diventa motivo di festeggiamenti e bagordi.
    Bah… Questi siamo…

Comments are closed.