14 anni fa, Falcone

Falcone_Borsellino

Era il tardo pomeriggio di un sabato sera.
Il solito appuntamento in piazza per andare a mangiare una pizza.
Quando arrivo all’appuntamento mi dicono che è esplosa una bomba a Palermo.
Sembra che tra i morti ci sia il giudice Giovanni Falcone.

Falcone era l’uomo che rappresentava la parte buona dell’Italia.
Rappresentava la parte dello stato che vuole combattere la mafia.
Poco tempo prima lo avevo ascoltato in una puntata storica del Maurizio Costanzo Show, durante la quale aveva esposto la sua visione della vita e della lotta alla mafia.
Ne ero rimasto affascinato.

Falcone aveva paura di morire, lo aveva detto più volte.
Ma la sua vocazione era più forte della paura.
Quella paura sarà ben visibile sul volto del suo amico e collega Paolo Borsellino, seduto su una panca della chiesa nella quale si svolsero le esequie di Falcone. Su quel volto si leggeva la consapevolezza di essere un condannato a morte.
Ancora 50 giorni e sarebbe venuto il suo turno.
Saltato in aria anche lui, per mano degli stessi uomini.

La mafia sbagliò i suoi calcoli, perché queste due stragi servirono a risvegliare la voglia di legalità dei siciliani.
Sono già passati 14 anni, ma Falcone e di Borsellino continuano ad essere dei giganti nel nostro paese di nani.
La foto di Falcone e Borsellino che si parlano all’orecchio mentre sorridono dovrebbe essere affissa in tutte le scuole d’Italia.

Luca

Foto Wikipedia.

9 thoughts on “14 anni fa, Falcone”

  1. Io mi ricordo che tornai a casa dopo un partitella a pallone con gli amici. Apri la porta di casa e mi ritovai le immagini in televisione della strada di capaci trasormata in un campo di battaglia. Non salutai nemmeno i miei che, anch’essi impietriti, fecero altrettanto.

    Mi ricordo lo sconfotro che sembrava aver afferrato la nazione. I più valenti oppositori delle mafie abbassare il capo come se ormai si sentissero soli e vinti…

    Ma come dici tu “la mafia sbaglio i suoi calcoli” e quella fiammella, che sembrava ormai spenta, riprese a bruciare sempre più forte e sempre più intensamente.

  2. Lucacicca invece ti sbagli per un periodo c’è stato un sentimento che ha cercato di sconfiggerew la mafia ma ora è rientrato tutto nella normalità….

  3. Negli ultimi anni la lotta alla mafia ha subito uno stop, ma non credo che il sacrificio di Falcone e Borsellino sia stato inutile.
    Se lo stato non coltiva la voglia di riscatto dei siciliani, è logico che tutto torni come era prima.
    Speriamo nel futuro.
    Magari senza Cuffaro…

  4. mafia…….. piano piano e con l’aiuto della gente che la pensa come me……. la stradicheremo dalla sicilia!! ….. io faccio il carabiniere da 10 anni, e combatto tutti i giorni per la legalità. Ci credo!! ragazzi credeteci anche voi, combattete questo male. I nostri figli potranno cosi vivere nella legalita.

  5. cerco un buon formato della celebre foto che ritrare Falcone- Borsellino mentre si guardano sorridenti. Puoi aiutrarmi?

Comments are closed.