Informazioni di voto per Provenzano?

Ieri hanno catturato Bernardo Provenzano.
Era nascosto in un casolare fatiscente.
Una vita da topo.

Stavo guardando alcune foto del posto in cui viveva, quando mi cade l’occhio su una foto:

VotoProvenzano

Quello a sinistra è un volantino elettorale della Nuova Sicilia, partito federalista siciliano alleato con il Nuovo PSI di Gianni De Michelis, mentre quello a destra è un volantino dell’UDC che ha in bell’evidenza il faccione di Totò Cuffaro, attuale presidente della Regione Sicilia ed iscritto nel registro degli indagati per il reato di “concorso esterno in associazione mafiosa”.

Dubito che Provenzano sia andato a votare.
Non capisco però come gli siano arrivati quei volantini.
E che se ne faceva se tanto non ha votato?
Qualcuno glieli ha portati?
Perché?
Non voglio giungere a conclusioni pericolose.
Ma a pensar male…

Luca

Foto La Repubblica

13 thoughts on “Informazioni di voto per Provenzano?”

  1. hehehehe,
    ci avevo fatto caso anch’io!.
    tra l’altro era anche sulla repubblica di oggi e l’hanno detto stasera al TG1.
    tra l’altro si era fatto portare il televisore per seguire l’andamento delle elezioni, sicuramente tifava per bertinotti….
    😉

  2. Ci sono sempre state DUE mafie.
    Una mafia che COMANDA e una mafia che ESEGUE.
    Spesso l’attenzione dei MEDIA si ferma su quest’ultima,perchè esegue il lavoro SPORCO,per rendere la vita facile a chi Comanda.
    Provenzano,come i grandi capi mafiosi,sono il punto di raccordo tra queste DUE mafie,che operano insieme,ma separate a livello esecutivo.
    Riina e Provenzano vengono descritti come capi indiscussi di un immenso impero economico-finanziario,eppure conducevano una vita quotidiana squallida e del tutto anonima.
    Perchè loottare tanto ferocemente per accumulare immensi patrimoni se poi non si è in grado di ostentarli?
    Perchè sopraffare e uccidere per accumulare ricchezze e poi vivere quasi nell’indigenza?

    Queste sono le vere domande da fare e da farsi

  3. Pitagora, concordo con te.
    Forse tutto si risolve in una banale e scontata voglia di potere.
    Potere di vita e di morte su qualche milione di persone.
    Un potere di questo tipo forse può anche spingerti a vivere come un topo.
    Mah…

  4. Caro lucacicca,credo che tu abbia centrato la vera essenza della mafia
    LA SETE DI POTERE
    Comunque e a qualunque costo.
    Ed ecco perchè è così difficile sconfiggerla.
    Inconsapevolmente scorre nel nostro sangue e nella nostra VOGLIA D’IMPORCI sugli altri
    La mafia non è un problema di delinquenza
    E’ UN PROBLEMA DI CULTURA.

    PS. Se questa mia nota ti fa pensare ad un omuncolo di Arcore,ci azzecchi anche questa volta
    E’ un pensiero molto diffuso.

  5. il potere (quello vero, che dipende dal carattere, dalle capacità e dal carisma, che si percepisce e si fa percepire, ma non si impone), il sapere e la conoscenza sono le uniche vere ricchezze che gli uomini ambiziosi e intelligenti cercano. Queste sono in grando di sopravviverti nel tempo, ti rendono grande, i soldi sono qualcosa che chiunque con un po’ di sbuzzo e per vie traverse può ottenere.
    Il potere dei soldi o della paura, non è così difficile da ottenere, ma è un qualcosa di passeggero, che può svalutarsi in fretta e, solitamente, muore con te

  6. Bravo Uriele. Sono completamente d’accordo con te.
    Ma vallo a spiegare ad un miliardario…
    Potere (secondo la tua definizione), sapere e conoscenza sono difficilmente presenti nella stessa persona.

  7. Si è sempre sostenuto che il DENARO è la vera fonte del POTERE e quanto più denaro si ha,tanto più potere si è in grado di esercitare.
    Provenzano sembra smentire tutto ciò.
    Il procuratore antimafia Grasso,parla a proposito di una MORALITA’ mafiosa.
    Il potere,in questo caso,sembra essere esercitato non a proprio diretto vantaggio,ma a favore dell’intera collettività(Mafiosa).
    Dovremo dunque assurgere Provenzano a MODELLO di MORALITA’?
    Se a questo aggiungiamo l’ostentata RELIGIOSITA’ non resta che da rimanere sbalorditi.
    Ma non saremo mica NOI i veri Mafiosi?
    Ma non abbiamo dato cruedelmente la caccia per 43 anni a un SANTO EREMITA?
    Lo confesso. Sono molto confuso.

  8. Probabilmente quella di Provenzano è tutta una messa in scena.
    La finta povertà, l’ostentata religiosità, i pannoloni…
    Forse sapeva che sarebbe stato arrestato.
    Forse fa parte di una sua strategia difensiva.
    Forse la mafia è talmenta malata da sentirsi sana.
    Mah…

  9. Complimenti per la trasparenza. Perché non hai riportato anche la notizia del giornalista del Giornale di Sicilia che, in conferenza stampa, ha confermato di avere trovato lui, in casa del pastore ceh accudiva Provenzano, i due volantini elettorali (peraltro stampati in tre milioni di copie e distribuiti in tutta l’isola), di averli posizionati lui per fotografarli e di averli fatti riprendere e fotografare anche dai colleghi?
    Se non sbaglio in questi giorni L’Espresso inizia la distribuzione della Storia del Fascismo a dispense, chi l’acquista deve essere sospettato di apologia di reato?

  10. Non lo ho riportato perché non lo sapevo.
    Se mi sai dare la fonte della notizia, la leggo volentieri.
    Quella sull’Espresso e sull’apologia di reato non l’ho capita.
    Sono giorni difficili.
    Forse stasera potremmo avere Andreotti Presidente del Senato.
    Minchia!

Comments are closed.