Berlusconi non è più lui

NanoProdiIeri sera c’è stato il tanto agognato faccia a faccia tra Prodi e Berlusconi.
Niente di sconvolgente.
E’ stato un confronto in puro stile anglossassone.
Tanta formalità, la sostanza è passata in secondo piano.
Noi italiani siamo troppo abituati alle discussioni per poter apprezzare un confronto di quel tipo.

Come era prevedibile, il berlusca ne è uscito sconfitto.
E’ troppo abituato all’omelia per poter riuscire a condensare in poco tempo la sua propaganda.
Prodi è sembrato molto più preparato a questo tipo di confronto, tanto che è rimasto sempre dentro i tempi a lui assegnati.

Non credo che nessuno abbia cambiato proposito di voto.

Quello che è certo è che il berlusca è apparso stanco, giallo in volto, corroso dalle troppe ore passate davanti alla lampada abbronzante.
Credo che non abbia mai sorriso, se non per irridere Prodi.
Non riesce più ad avere quelli slanci brillanti che lo facevano apparire come il Fiorello della propaganda politica.

Berlusconi è stanco di se stesso.
Che se ne faccia una ragione.
La sua epoca è finita.
Ci sono un bel po’ di figli e nipoti a cui pensare durante la pensione.
Che se li goda.

Luca

Foto La Repubblica