Reunion dei Pink Floyd? Abbandoniamo le speranze

GilmourIn un’intervista David Gilmour ha annunciato quello che noi fans dei Pink FLoyd temevamo già da tempo.
I PF non si riuniranno a Roger Waters e non faranno più album nemmeno nella formazione attuale.
Gilmour, come gli altri componenti del gruppo, ha 60 anni e dice di non avere nessuna voglia di affrontare lo stress di un nuovo lavoro di studio.
Mi sembra una scelta legittima e comprensibile.

Forse è meglio così. Meglio niente piuttosto che un brutto album pubblicato unicamente per accontentare la casa discografica. Forse il concerto del Live 8 della scorsa estate resterà l’ultima apparizione dei Pink Floyd.

Ed io continuerò a non aver mai visto suonare dal vivo il mio gruppo preferito.

Luca

Foto La Repubblica.

2 thoughts on “Reunion dei Pink Floyd? Abbandoniamo le speranze”

  1. ciao Luca… vagando su internet ho letto l’articolo del tuo blog.

    Hai espresso perfettamente quello che penso: purtroppo, credo proprio che nemmeno io vedrò mai dal vivo il mio gruppo preferito.

    Uno dei miei sogni è quello di poter andare ad un concerto stile “PULSE”. Pazzesco, irripetibile, meraviglioso.

    Speriamo: la speranza è l’ultima a morire!

  2. Il 12 Luglio ci sarà un concerto di Waters a Lucca; suonerà, oltre ai suoi pezzi, l’intero album “The Dark Side of the Moon”.
    Negli stessi giorni Gilmour dovrebbe essere in Italia per il suo tour.
    Voci incontrollate parlano di una possibile partecipazione di Gilmour al concerto di Waters.
    Leggende?
    Forse si.

Comments are closed.