La costituzione calpestata

Non sono un costituzionalista.
Non so niente di diritto.
Non conosco le tecniche militari.
Ma non sono un idiota.
E quello che stanno facendo i nostri soldati in Iraq assomiglia molto alla guerra.
L’Italia ripudia la guerra.
O meglio, la ripudiava.

I nostri governi agiscono deliberatamente in violazione della nostra costituzione.
Oggi in Iraq. Ieri in Jugoslavia.
Calpestano una delle poche cose buone rimaste in Italia: la nostra carta costituzionale.
E lo fanno con leggerezza.
Come chi ristruttura il suo garage senza i dovuti permessi.
Tanto poi viene il condono.

Ma i morti rimangono.
Anche quelli ammazzati dagli italiani brava gente.

Missione di pace dei miei coglioni.

Luca