I nostri dipendenti

Io amo Beppe Grillo.
Amo la sua comicità, la sua polemica e la sua passione.

Grillo usa per i nostri politici il termine “dipendenti”.
Perché, essendo pagati da noi, dipendono da noi.

Sul suo Blog ha pubblicato un messaggio video su questo argomento.
Da quando lo ho scaricato, devo ascoltarlo almeno una volta al giorno.

Il testo del messaggio è questo:

Sono Grillo. Beppe Grillo.
Un cittadino italiano.
Vorrei rompere l’incantesimo della politica.
Il politico. Non si deve più chiamare politico.
E’ un lavoratore dipendente.
Siamo noi che gli diamo lo stipendio.
Sono lavoratori dipendenti CO CO CO CO CO a progetto.
Le primarie le dobbiamo fare noi cittadini, non i politici.
Ci mettiamo d’accordo attraverso la rete, Internet.
Fissiamo gli obiettivi.
Poi assumiamo uno di questi CO CO CO CO CO.
Gli diamo i soldi.
Se raggiunge il progetto, l’obiettivo va bene.
Se non lo raggiunge, fuori dalla balle.

Sottoscrivo.

Luca