Perché secondo me Cofferati sbaglia

Cofferati, il sindaco di Bologna, è stato molto criticato per le sue recenti iniziative volte a smantellare accampamenti abusivi di emarginati e a disincentivare la presenza dei lavavetri ai semafori.
Ci si chiede: “Ma Cofferati non è di sinistra?”
Qualcuno vi risponderebbe: “Sei un retrogrado, oggi anche la sinistra si batte per la sicurezza dei cittadini”.
E’ vero. La sicurezza è un bene di tutti.
Per tutti.
Quando è possibile, però.
E non a qualsiasi costo.

Cofferati sbaglia, perché non risolve il problema.
Lo allontana soltanto dal centro di Bologna.
In modo che gli occhi non vedano quello che è.

Perché gli accampati ed i lavavetri che cosa faranno ora, scompariranno?
No, non credo proprio.
Saranno soltanto più emarginati di prima.
E se non laveranno i vetri, magari si prostituiranno.
O andranno a rubare.
Perché di qualcosa si deve pur campare…

Non mi piace Cofferati.
E non mi piace il suo cinismo.
Più che “il Cileno”, come lo hanno definito a Il Manifesto, lo definirei “Il Cinico”.
Non si può nascondere la sabbia sotto il tappeto.
Non con tanta arroganza.
E non così, senza interessarsi delle conseguenze per le persone.

Luca

2 thoughts on “Perché secondo me Cofferati sbaglia”

  1. sono d’accordo con te; Cofferati non è stato scelto come sindaco di Bologna perchè non c’era nessun altro ma perchè Bologna è una città simbolo di tutta l’italia ed il suo sindaco deve rispecchiare il comportamento dello schieramento che lo ha votato. Voglio dire che qualsiasi azione venga presa dal Sindaco di Bologna deve essere ponderata molto di più di qualsiasi altro sindaco. Qui si tratta di risolvere problemi di tante persone emarginate e non di difendere i privilegi di alcuni.
    Se anche un grande rappresentante della sinistra dichiara che non cederà alle “intimidazioni” dei manifestanti credo che non andremo molto lontano.

Comments are closed.