Like a Rolling Stone

Il ritorno dei morti viventi, cioè gli Stones.

Ieri sera è partito il nuovo tour da Boston.
L’età deve aver giocato un brutto scherzetto a Jagger e compagni, se è vero che hanno tagliato dalla scaletta la canzone più chiacchierata del nuovo album, intitolata “My Sweet Neo-Con” (Mio dolce teo-con).
La strofa dello scandalo è la seguente:

Ti definisci un cristiano, ma io ti considero un ipocrita
ti chiami patriota: beh, io penso che tu sia pieno di merda.
Come mai hai sempre torto, mio dolce neo-con?

Molti vi hanno infatti letto un attacco forte a George Bush ed ai suoi compagni di merende.
Il tour è partito dagli USA e gli Stones hanno deciso di non eseguire la canzone dello scandalo.
Scommetto che quando verranno in Europa la canteranno…Poveri Stones, forse si erano dimenticati il pannolino.
Ma a quasi 70 anni che cosa gliene frega di una eventuale censura?
Mah…

Ex scandalosi, gli Stones.

Luca

2 thoughts on “Like a Rolling Stone”

Comments are closed.